Category

In Evidenza

Pubblicato sul canale YouTube del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma la lezione del Corso del 10 Novembre 2021

By | In Evidenza, News

Il 10 Novembre 2021 si è tenuta la prima lezione del  Corso sulla Responsabilità Penale d’impresa ex D.lgs. 231/2001 vertente sull’Organismo di Vigilanza.

Il Corso, organizzato e promosso dalla Commissione di Diritto Penale dell’Ordine degli Avvocati di Roma, ha visto tra i relatori anche l’Avv. Serena Silvestri name partner dello Studio Legale Silvestri.

L’avv. Silvestri ha approfondito la tematica dei flussi da e verso l’O.d.V. concentrandosi poi sulle interazioni con le altre figure aziendali deputate al controllo.

E’ possibile seguire gratuitamente la lezione sulla pagina YouTube del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma.

10 Novembre 2021, ore 15.00 – Commissione di Diritto Penale dell’Ordine degli Avvocati di Roma presenta il Corso sulla Responsabilità Penale d’impresa ex D.lgs. 231/2001

By | In Evidenza, News

Il 10 Novembre si terrà  in diretta streaming tramite il canale YouTube dell’Ordine degli Avvocati di Roma, il primo incontro del Corso  in tema di responsabilità da reato degli enti  ai sensi del d.lgs. n. 231/2001.

Questo primo evento, organizzato dai componenti della Commissione di Diritto Penale, si concentrerà sulle tematiche dell’Organismo di Vigilanza.

Dopo i saluti iniziali del Presidente Avv. Antonino Galletti, la Consigliera Avv. Irma Conti modererà l’incontro a cui prenderanno parte professionisti esperti del settore: il Prof. Avv. Antonio Fiorella, il Sen. Avv. Francesco Urraro, Cons. Ciro Santoriello, l’Avv. Piergiorgio Assumma, l’Avv. Anna D’Alessandro, Prof. Avv. Oliviero Mazza, Avv. Enrico Di Fiorino.

Prenderà parte al convegno anche l’Avv. Serena Silvestri, componente della Commissione Penale e del Tavolo tecnico 231 dell’Ordine degli Avvocati di Roma, concentrando il proprio intervento su l’“O.d.V. ed interazioni con gli altri organi di controllo”.

Segue la locandina con tutte le informazioni utili.

LOCANDINA 10 NOVEMBRE 2021

08 Giugno 2021, ore 17.30 – ANDAF E CENTRO STUDI RT presentano il Workshop “La responsabilità del DP e degli Apicali” . Approfondimento dell’Avv. Serena Silvestri sui Reati Tributari nell’ambito della responsabilità degli enti

By | In Evidenza, News

Lo Studio Legale Silvestri segnala un interessante evento che si terrà domani 8 Giugno alle ore 17.30 in video collegamento.

Il Workshop presentato da ANDAF con la collaborazione del Centro Studi Responsabilità e Tutele approfondirà la delicata tematica delle responsabilità del Dirigente Preposto e degli Apicali.

I lavori saranno aperti dal dott. Carmine Scoglio, Vice Presidente ANDAF e Coordinatore dei Comitati Tecnici di ANDAF, e dal Dott. Graziano Graziaplena, Presidente del Comitato Tecnico ANDAF Corporate Governance &Compliance, vedranno il susseguirsi di interventi di professionisti specializzati nel settore.

In particolare, l’Avv. Serena Silvestri approfondirà con la propria relazione la delicata questione dell’inserimento dei reati tributari nel novero delle fattispecie criminose da cui può scaturire la responsabilità dell’ente ex D.lgs. n. 231/2001, ripercorrendo i due principali momenti di riforma: dal D.Lgs. n. 124/2019 convertito nella Legge n. 157/2019 alla Direttiva PIF attuata con il D.Lgs. n. 75 /2020. L’Avvocato si concentrerà poi sul ruolo determinante dei CFO nella fase di aggiornamento dei Modelli 231.

Interverranno al Convegno, l’Avv. Elena Iembo che si occuperà di “gli apicali, la responsabilità e la compliance“, la Dott.ssa Maria Rosaria Leccese che affronterà le “Responsabilità condivise degli apicali e del collegio sindacale” e l’Avv. Alessandro Parrotta che si concentrerà sulla “Responsabilità del dirigente preposto, tra legge penale e responsabilità dell’Ente“.

All’interno della locandina allegata, è presente il link per iscriversi all’evento. La partecipazione è gratuita ma la prenotazione è obbligatoria. A tutti gli iscritti sarà consegnato un White Paper di approfondimento.

Locandina evento 8 giugno_def

L’Avvocato Serena Silvestri intervistata nel programma radiofonico #Live Social

By | In Evidenza, News

L’Avvocato Serena Silvestri, intervistata nel programma radiofonico #Live Social, racconta la propria esperienza professionale spaziando tra consigli operativi e aneddoti.

Nel corso della breve chiacchierata sono stati comunque toccati molti temi interessanti: le aree professionali trattate dallo Studio, il ruolo delle professioniste in un settore maschile come quello del penale economico, l’importanza della specializzazione, i cambiamenti del modo di lavorare dovuti all’attuale emergenza sanitaria, il ruolo centrale dell’assistito.

Ecco il video integrale dell’intervista.

Cassazione Penale – Sez. V – Sentenza n. 28130/2020: sulla nozione di “fornitura” nei reati di inadempimento di contratti di pubbliche forniture e di frode nelle pubbliche forniture

By | In Evidenza, News

Con il D. Lgs. n. 75/2020 di “Attuazione della direttiva (UE) 2017/1371, relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell’Unione mediante il diritto penale”, è stato inserito tra i reati presupposto del D. Lgs. 231/2001 il reato di frode nelle pubbliche forniture punito dall’art. 356 c.p.

Con la sentenza n. 28130 dell’8 ottobre 2020, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito al contenuto di tale delitto, affermando che «devono intendersi per “forniture” sia le cose che le opere e, quindi, anche il facere costituito dalle prestazioni di materiali e attività tecniche e lavorative di una impresa che assicurano il soddisfacimento delle finalità sottese al suddetto servizio, categoria in cui rientra la fornitura di prestazioni lavorative, anche con contratto di lavoro interinale».

È stato chiarito che ai fini della configurabilità del reato di frode nelle pubbliche forniture, l’inadempimento rilevante è quello “che sia effetto di malafede contrattuale, comprendente <…> anche gli inadempimenti concernenti cose o opere necessarie a uno stabilimento pubblico o a un pubblico servizio” .  Inoltre, è sufficiente “il dolo generico, costituito dalla consapevolezza di consegnare cose in tutto o inparte difformi (per origine, provenienza, qualità o quantità) in modo significativo dalle caratetristiche convenute, o disposte con legge o con atto amministrativo, non è necessario che vi sia stata un adazione di aliud pro alio in senso civilistico purchè la difformità sia apprezzabilmente soignificativa: la nozione di frode si riferisce a ogni condotta che, nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, viola il proncipio di buona fede e lealtà nell’esecuzione  del contratto“.

Cass.Pen., sentenza 28138 del 2020