Tag

Studio Legale Silvestri | abusivismo finanziario

“Madoff dei Parioli”: a giudizio tre funzionari della Carispaq per abusivismo finanziario e violazione degli obblighi identificativi della clientela. Restano ancora aperti i termini per costituirsi parte civile

By | In Evidenza, News

Lo scorso 21 ottobre, nell’ambito della “maxi-truffa” ideata da Gianfranco Lande, noto come il «Madoff dei Parioli», la Dott.ssa Maddalena Cipriani, G.U.P. presso il Tribunale Penale di Roma, ha rinviato a giudizio tre funzionari della CARISPAQ: Maria Gabriella Valentini, Roberto D’Alessandro e Marco Maddalena.

L’imputazione spazia dall’abusivismo finanziario alla violazione degli obblighi identificativi della clientela.

La prima udienza dibattimentale si è celebrata il 5 febbraio davanti alla VII sezione collegiale del Tribunale penale di Roma.

Nel corso di tale udienza il Collegio giudicante ha rilevato che i reati contestati agli imputati rientravano, ai sensi dell’art. 33 ter, II comma c.p.p., nella competenza del Tribunale in composizione monocratica e pertanto ha disposto la trasmissione degli atti al Tribunale di Roma, in composizione monocratica, sezione V, Giudice Dott.ssa Laura D’Alessandro.

La prossima udienza sarà l’8 Aprile 2014: sarà questa presumibilmente l’ultima opportunità per gli investitori danneggiati di tentare l’inserimento nel processo penale con la costituzione di parte civile.

“Madoff dei Parioli”: a giudizio tre funzionari della Carispaq per abusivismo finanziario e violazione degli obblighi identificativi della clientela

By | In Evidenza, News

Lo scorso 21 ottobre, nell’ambito della “maxi-truffa” ideata da Gianfranco Lande, noto come il «Madoff dei Parioli», la Dott.ssa Maddalena Cipriani, G.U.P. presso il Tribunale Penale di Roma, ha rinviato a giudizio tre funzionari della CARISPAQ: Maria Gabriella Valentini, Roberto D’Alessandro e Marco Maddalena.

L’imputazione spazia dall’abusivismo finanziario alla violazione degli obblighi identificativi della clientela.

La prima udienza dibattimentale si celebrerà il prossimo 5 febbraio davanti alla VII sezione del Tribunale penale di Roma.

Sarà questa l’ultima opportunità per gli investitori danneggiati di tentare l’inserimento nel processo penale con la costituzione di parte civile.